5-6-7 FEBBRAIO: SESSHIN PER MONACI NOVIZI E BODHISATTVA

SESSHIN PER MONACI, NOVIZI E BODHISATTVA

IMG_0964
  • Ritiri

5-6-7 FEBBRAIO

8SESSHIN PER MONACI, NOVIZI E BODHISATTVA

5/6/7 febbraio 2016
Sanboji -Tempio dei Tre Gioielli
da venerdì ore 19.00 a domenica ore 16.30
Il Eightfold Path Sentiero della pratica zen del Maestro Tetsugen

A causa di storie zen e koan letti superficialmente, lo Zen ha la reputazione d’essere incomprensibile, paradossale, enigmatico, insondabile o troppo semplice. E le immagini di monaci vestiti di nero, con aria lugubre e con la testa rasata, e del godo, monaco anziano responsabile della sala di meditazione che dà bastonate, hanno contribuito ancor più a confondere le idee creando talvolta aspettative da Heros (ἥρως hḗrōs; in italiano Eroe) è il termine greco antico con cui si indica, nella religione, nella mitologia e nella filosofia greca, un essere che si pone su un piano intermedio tra l’uomo e la divinità.
In realtà spiegare lo Zen è molto semplice. E’ una pratica che mira al raggiungimento il nostro stato di realtà completa, quella che viene chiamata Mente Originaria, Essere Originario Illuminazione, Satori. Una realizzazione o risveglio senza utilizzare la logica come noi la conosciamo, la razionalizzazione del conosciuto, la psicologia della mente ma puntando sulla rivelazione che nasce dalla meditazione e dalla conoscenza diretta attraverso le pratiche vecchie e nuove che la Via zen suggerisce.
La mente zen è libera da condizionamenti e da pensieri inutili, sempre chiara e attenta. la pratica Zen è soprattutto attenzione a non cadere nelle trappole della mente.
Ma per vivere…Zen.. occorre camminare in un percorso di pratica costante passo dopo passo non fermarsi mai sino al risveglio, e poi proseguire ancora a favore di tutti gli esseri.
In questa Sesshin ci sarà:
Zazen, zazen e zazen.
Dogen e lo Shobogenzo: Il Tesoro dell’Occhio del Vero Dharma,
Zazen, zazen e zazen.

Inizio: ORE 19.00
Termine: ORE 16.30
Costo: APERTA SOLO A MONACI NOVIZI E BODHISATTVA